Il Presidente e le altre cariche vengono nominate direttamente dai membri del Consiglio Direttivo risultati eletti durante la votazione assembleare tra i Soci candidati. E’ possibile diventare Soci A.M.A.R. con semplice iscrizione e versamento di una modesta quota associativa annuale fissata per il trienno 2019/2022 in 10,00 euro/anno. Ogni Socio si impegna a perseguire le finalità del Museo mettendosi a disposizione, per quanto possibile, per la sua gestione. Ogni Socio inoltre, è chiamato alla fine del mandato triennale, a votare per eleggere i membri del nuovo Consiglio Direttivo e/o a candidarsi alla carica di consigliere. Dal punto di vista finanziario il Museo Rossini sopravvive grazie alle offerte dei visitatori, ai contributi delle Istituzioni Pubbliche e Private, alle donazioni di privati, e piccoli sponsor che contribuiscono al minuto mantenimento e partecipando ai bandi di concorso. Grazie all’opera generosa dei volontari, e dei membri delle principali Associazioni Combattentistiche che svolgono i turni di apertura/sorveglianza, viene assicurato il decoro del Museo ed il suo funzionamento. Il Consiglio Direttivo gestisce ed organizza eventi culturali di vario genere promuovendo sempre la finalità di salvaguardare, onorare e tramandare alle nuove generazioni la memoria degli eroici Combattenti novaresi in tutte le guerre e dei Caduti per servire l’amata Patria. Dal momento del suo insediamento, l’attuale Consiglio Direttivo si è impegnato ad operare un profondo rinnovamento del Museo, tra cui l’informatizzazione di tutto il patrimonio amministrativo presente fino ad ora solo in forma cartacea, il censimento dei cimeli (più di mille) che piano piano vengono fotografati e ricontrollati, l’ammodernamento dei locali, la gestione delle comunicazioni e della pubblicità (social), la collaborazione con altri enti culturali, la partecipazione ad eventi, manifestazioni e ricorrenze, ma c’è ancora tanto da fare ed è per questo che il Museo è sempre in cerca di persone che desiderino operare volontariamente in tale settore. Grazie alle 513 persone che da luglio a dicembre 2019 hanno visitato il Museo durante gli eventi e nei soli giorni di apertura di sabato e domenica e alle oltre 550 persone che il 13 dicembre 2019 hanno partecipato alla Conferenza Culturale “Da Caporetto a Fiume” organizzata con ospite relatore il Prof. Alessandro Barbero. Grazie a tutti coloro che credono nel Museo Storico Aldo Rossini e nel nostro lavoro di volontariato. Grazie a tutti i nostri Soci e a tutti coloro che vorranno diventare, nostri Soci. Grazie a chi ha contribuito “dietro le quinte” con donazioni e contributi e a chi volontariamente si è “sporcato le mani” aiutandoci in piccoli lavori.