Nell’ottobre del 1999 estato eretto, anche a Novara, un monumento ai Caduti di Russia a quasi sessant’anni dall’immane tragedia che, nella seconda guerra mondiale, coinvolse il nostro corpo di spedizione in quelle lontane terre.

L’iniziativa estata del reduce di Russia Ten. Col. Dario Lanza, decorato al valor militare sui campo . presidente della locale sezione dell’lstituto del Nastro Azzurro che, con il sostegno della Presidenza Nazionale del Sodalizio e del suo presidente, combattente pluridecorato al V.M. On. lng. Vittore Catella, eriuscito, dopo numerosi tentativi faUiti, a realizzare l’opera grazie al contributo della Fondazione Cariplo per intervento del referente per la provincia di Novara Gr. Uff. Ten. Dott. Romeo Robiglio.
11 sito ove estato eretto, gia negli anni venti, nell’ ambito delle commemOFa-z-i~ni degli eventi della prima guerra mondiale, era stato destinato a parco della rimembranza a ricordo dei,Caduti novaresi e denominato “Colle della Vittoria”, in considerazione dell’aspetto suggestivo delludgo e della presen­ za della chiesa di S. Nazzaro della Costa, testimonianza di un millenario insediamerito religioso docu­ mentato fin dal 1124. Nella stessa area, nel 1956, estato allocato il monumento ai Caduti del 54° Reggimento sacrificato nel dicembre 1942 per tentare di arginare, con i fucili, l’avanzata dei carri armati Russi che avevano travolto Ie nostre difese sui Don.

Un monumento che vuole onorare la memoria di chi ha donato la vita alla Patria e ricordare, non solo per sterile esercizio formale 0 conoscenza culturale, quella sfortunata pagina della nostra storia, insieme ai lutti, ai dolori e aile rovine che ha provocato.

La grande lastra di bronzo posta sui margine del sagrato della chiesa di S. Nazzaro della Costa, nel punto ove converge il colonnato in granito che 10 circonda, riporta 10 schieramento della nostra arma­ ta sui Don il10 dicembre 1942, giorno dell’inizio della grande e decisiva battaglia, la sua articolazio­ ne, il totale delle forze, delle perdite e delle Medaglie d’Oro al Valor Militare concesse ai singoli e alle Bandiere. Sugli scudi applicati aIle colonne che circondano il sagrato della chiesa sono riportati i nominativi delle divisioni che costituivano l’Armir e delle unita di supporto.

Sono inoltre indicate Ie unita della Marina edell’Aviazione impegnate in quello scacchiere opera­tivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *